• Home   /  
  • Archive by category "1"

Collana Adelphi Simenon Bibliography

Risvolto

Un vero e proprio evento editoriale – per una volta, e solo perché si impone, ci concediamo un'espressione abusata:questo è stato l'«ingresso in Pléiade» di Georges Simenon a cento anni dalla nascita. E come tale il mondo letterario l'ha percepito: che Simenon, a lungo considerato come un popolare scrittore di noir, fosse ammesso nella più prestigiosa collana del mondo in un'edizione fornita di ricchissimi apparati critici, e venisse in tal modo consacrato ufficialmente come un grande scrittore – ci sia concesso anche qui un moto di fierezza – noi lo sapevamo già: ed è stata proprioquesta consapevolezza a spingere, quasi vent'anni fa l'Adelphi a pubblicarne le opere. Il volume che presentiamo ha la stessa struttura dell'edizione della Plèiade: con l'Introduzione dei curatori, due fra i migliori specialisti dello scrittore, che apre prospettive illuminanti sull'opera di Simenon nel suo complesso, e le Note introduttive relative a ciascun romanzo, che forniscono al lettore informazioni preziose sulla genesi dei testi e sui loro legami con la vicenda esistenziale e letteraria dell'autore. Il lettore di Simenon troverà qui anche un romanzo finora inedito: La casa sul canale, una torbida vicenda al centro della quale c'è una ragazza troppo bella e raffinata, e troppo abituataa farsi obbedire, che sarà la causa scatenante dell'odio tra due fratelli, e porterà alla rovina ua famiglia di possidenti fiamminghi.

La «Biblioteca Adelphi», una delle principali collane dell'editore Adelphi e guidata da Roberto Calasso, fu fondata nel 1965 a Milano da Luciano Foà e Roberto Olivetti con l'uscita di L'altra parte di Alfred Kubin.

Con una media di un titolo al mese, ha pubblicato a oggi quasi 700 volumi di vario genere, di cui solo un centinaio di scrittori italiani. Gli altri volumi sono prevalentemente traduzioni di opere scritte in oltre 30 lingue straniere e l’importazione in Italia di tali testi e autori si deve maggiormente all’editore. Adelphi è stata in grado di introdurre nomi poco noti nel panorama mondiale, rivelatisi poi di grande influenza sulla cultura contemporanea.

La Biblioteca Adelphi si contraddistingue per un carattere di apertura totale verso tutti i generi, verso ogni specie di autore, dal giovane e ignoto scrittore vivente fino all´autore anonimo, oscuro e remoto perché pubblicare “libri unici” all’interno di una collana serve a dar loro un supporto che li tenga insieme pur nelle loro disparate fisionomie.

Romanzi, saggi, autobiografie, opere teatrali vengono scelti secondo un fondamentale criterio: la profondità dell’esperienza da cui nascono e di cui sono viva testimonianza.

I libri della collana Biblioteca Adelphi si distinguono inoltre per il loro aspetto. Si presentano con una copertina di carta opaca con colori che esplorano le varie gamme di toni intermedi; la scritta ‘Biblioteca Adelphi’ è posta su una striscia superiore nera e sottostante ad essa si trova una cornice che introduce un elemento essenziale: l’immagine, ovvero l’equivalente del testo in una singola figura.

Volumi pubblicati[modifica | modifica wikitesto]

1965[modifica | modifica wikitesto]

1966[modifica | modifica wikitesto]

1967[modifica | modifica wikitesto]

1968[modifica | modifica wikitesto]

1969[modifica | modifica wikitesto]

  • 21. Alfred Jarry, Essere e vivere
  • 21*. Alfred Jarry, La candela verde
  • 21**. Alfred Jarry, I giorni e le notti
  • 22. Antonin Artaud. Eliogabalo o l'anarchico incoronato
  • 23. Friedrich Nietzsche, Ecce homo
  • 24. William Carlos Williams, Nelle vene dell'America
  • 25. Ernst Bernhard, Mitobiografia
  • 26. Giorgio Colli, Filosofia dell'espressione
  • 27. Il libro degli Eroi, a cura di Georges Dumézil
  • 28. James Stephens, La pentola dell'oro

1970[modifica | modifica wikitesto]

1971[modifica | modifica wikitesto]

1972[modifica | modifica wikitesto]

  • 35. Frank Wedekind, Lulu
  • 36. Mario Brelich, Il sacro amplesso
  • 37. Sergio Solmi, Meditazioni sullo Scorpione
  • 38. Karl Kraus, Detti e contraddetti
  • 39. Marcel Schwob, Vite immaginarie
  • 40. Anonimo russo, La via di un pellegrino
  • 41. Il Libro di Giobbe, a cura di Guido Ceronetti
  • 42. August Strindberg, Inferno
  • 43. Adolf Loos, Parole nel vuoto

1973[modifica | modifica wikitesto]

1974[modifica | modifica wikitesto]

1975[modifica | modifica wikitesto]

1976[modifica | modifica wikitesto]

1977[modifica | modifica wikitesto]

  • 69. Joseph Roth, La milleduesima notte
  • 70. Alberto Savinio, Nuova enciclopedia
  • 71. Georges I. Gurdjieff, Incontri con uomini straordinari
  • 72. Robert Walser, I fratelli Tanner
  • 73. John Aubrey, Vite brevi di uomini eminenti
  • 74. Theodore F. Powys, Gli dèi di Mr. Tasker
  • 75. Joseph Roth, Giobbe
  • 76. Aleksandr Zinove'v, Cime abissali, I

1978[modifica | modifica wikitesto]

  • 77. Karen Blixen, Sette storie gotiche
  • 78. Hugo von Hofmannsthal, La torre
  • 79. Alberto Savinio, Il signor Dido
  • 80. Elias Canetti, La provincia dell'uomo
  • 81. Emanuel Carnevali, Il primo dio
  • 82. Filostrato, Vita di Apollonio di Tiana
  • 83. Joseph Roth, Il profeta muto
  • 84. Aleksandr Zinove'v, Cime abissali, II

1979[modifica | modifica wikitesto]

1980[modifica | modifica wikitesto]

  • 92. Djuna Barnes, La passione
  • 93. Ihara Saikaku, Cinque donne amorose
  • 94. Karen Blixen, Racconti d'inverno
  • 95. Elias Canetti, La lingua salvata
  • 96. Ludwig Wittgenstein, Pensieri diversi
  • 97. Erik Satie, Quaderni di un mammifero
  • 98. Colette, Il puro e l'impuro
  • 99. Mario Praz, Voce dietro la scena. Un'antologia personale
  • 100. Hugo von Hofmannsthal, Il libro degli amici
  • 101. Robert Kirk, Il regno segreto
  • 102-103. Karl Kraus, Gli ultimi giorni dell'umanità

1981[modifica | modifica wikitesto]

  • 104. Nachman di Breslav, La principessa smarrita
  • 105. Kay Ka'us ibn Iskandar, Il libro dei consigli
  • 106. E.M. Cioran, Squartamento
  • 107. J. R. Ackerley, Mio padre e io
  • 108. Peter Altenberg, Favole della vita
  • 109. Salvatore Satta, La veranda
  • 110. Il Libro del profeta Isaia, a cura di Guido Ceronetti
  • 111. Czesław Miłosz, La mente prigioniera
  • 112. Mervyn Peake, Tito di Gormenghast
  • 113. Colette, Il mio noviziato
  • 114. Elias Canetti, Auto da fé
  • 115. Joseph Roth, Il mercante di coralli
  • 116. Elias Canetti, Massa e potere

1982[modifica | modifica wikitesto]

  • 117. Bruce Chatwin, In Patagonia
  • 118. Simone Weil, Quaderni, I
  • 119. Alberto Savinio, Palchetti romani
  • 120. Elias Canetti, Il frutto del fuoco
  • 121. Zhuāng-zi, a cura di Liou Kia-hway
  • 122. Robert Walser, Storie
  • 123. Mario Praz, Il mondo che ho visto
  • 124. Johannes Urzidil, L'amata perduta
  • 125. Karen Blixen, Ultimi racconti
  • 126. Joseph Roth, Confessione di un assassino

1983[modifica | modifica wikitesto]

  • 127. Czesław Miłosz, Poesie
  • 128. Elias Canetti, Le voci di Marrakech
  • 129. Roberto Calasso, La rovina di Kasch
  • 130. Amos Tutuola, La mia vita nel bosco degli spiriti
  • 131. Alexander Lernet-Holenia, Marte in Ariete
  • 132. Norman Douglas, Biglietti da visita
  • 133. Djuna Barnes, La foresta della notte
  • 134. Heinrich Zimmer, Il re e il cadavere
  • 135. Joseph Roth, Romanzi brevi (La tela di ragno - Hotel Savoy - La ribellione - Il peso falso)

1984[modifica | modifica wikitesto]

  • 136. Roberto Bazlen, Scritti
  • 137. Alberto Savinio, Ascolto il tuo cuore, città
  • 138. Fernando Pessoa, Una sola moltitudine, II
  • 139. I Vangeli gnostici, a cura di Luigi Moraldi
  • 140. Sergei Timofeevič Aksakov, Cronaca di famiglia
  • 141. Elias Canetti, La coscienza delle parole
  • 142. Leonora Carrington, Il cornetto acustico
  • 143. E.M. Cioran, La tentazione di esistere
  • 144. Marina Cvetaeva, Il poeta e il tempo
  • 145. Henri Michaux, Brecce
  • 146. Alexander Lernet-Holenia, Il conte di Saint-Germain
  • 147. Alberto Savinio, Narrate, uomini, la vostra storia
  • 148. Kenneth Grahame, L'età d'oro

1985[modifica | modifica wikitesto]

  • 149. René Daumal, La Grande Bevuta
  • 150. Aśvaghoṣa, Nanda il Bello
  • 151. Il Libro dei Salmi, a cura di Guido Ceronetti
  • 152. Vladislav F. Chodasevič, Necropoli
  • 153. Frederic Prokosch, Voci
  • 154. Robert Walser, Vita di poeta
  • 155. Simone Weil, Quaderni, II
  • 156. Czesław Miłosz, La mia Europa
  • 157. James Stephens, I semidei
  • 158. Karen Blixen, I vendicatori angelici
  • 159. Georges Simenon, Le finestre di fronte
  • 160. Paul Valéry, Quaderni, I
  • 161. Elias Canetti, Il gioco degli occhi
  • 162. Nezāmī, Leylâ e Majnûn

1986[modifica | modifica wikitesto]

  • 163. Guido Ceronetti, Come un talismano
  • 164. René Daumal, La conoscenza di sé
  • 165. Iosif Aleksandrovič Brodskij, Poesie
  • 166. Jonathan Spence, Imperatore della cina
  • 167. Ernst Jünger, Un incontro pericoloso
  • 168. Frederic Prokosch, Gli asiatici
  • 169. Georges Simenon, L'uomo che guardava passare i treni
  • 170. Avvakum, Vita dell'arciprete Avvakum scritta da lui stesso, a cura di Pia Pera
  • 171. Alexander Lernet-Holenia, La resurrezione di Maltravers
  • 172. Joseph Roth, Zipper e suo padre
  • 173. Paul Valéry, Quaderni, II
  • 174. Oliver Sacks, L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello

1987[modifica | modifica wikitesto]

  • 175. Giorgio Manganelli, Hilarotragoedia
  • 176. Georges Simenon, Pedigree
  • 177. Georges Dumézil, «… Il monaco nero in grigio dentro Varennes»
  • 178. Félix Vallotton, La vita assassina
  • 179. Martin Buber, Confessioni estatiche
  • 180. Iosif Aleksandrovič Brodskij, Fuga da Bisanzio
  • 181. Le Apocalissi gnostiche, a cura di Luigi Moraldi
  • 182. Leo Perutz, Il marchese di Bolibar
  • 183. Cristina Campo, Gli imperdonabili
  • 184. Karen Blixen, Lettere dall'Africa 1914-1931
  • 185. Herman Melville, Moby Dick
  • 186. Elias Canetti, Il cuore segreto dell'orologio
  • 187. Oliver Sacks, Risvegli
  • 188. Henri-Pierre Roché, Jules e Jim
  • 189. Joseph Roth, La marcia di Radetzky
  • 190. Iosif Aleksandrovič Brodskij, Il canto del pendolo

1988[modifica | modifica wikitesto]

  • 191. Giacomo Leopardi e Monaldo Leopardi, Il Monarca delle Indie. Corrispondenza
  • 192. Georges Simenon, Il testamento Donadieu
  • 193. Vasilij Rozanov, Da motivi orientali
  • 194. Eduard von Keyserling, Principesse
  • 195. Simone Weil, Quaderni, III
  • 196. Edward Dahlberg, Poiché ero carne
  • 197. Alberto Savinio, Casa «la Vita»
  • 198. Bruce Chatwin, Le vie dei canti
  • 199. Paul Valéry, Quaderni, III
  • 200. Roberto Calasso, Le nozze di Cadmo e Armonia
  • 201. Marina Cvetaeva, Il paese dell'Anima. Lettere 1909-1925
  • 202. Glenn Gould, L'ala del turbine intelligente
  • 203. Henri-Pierre Roché, Le due inglesi e il continente
  • 204. Antonin Artaud, Van Gogh il suicidato della società

1989[modifica | modifica wikitesto]

  • 205. Nina Berberova, Il corsivo è mio
  • 206. Giorgio Manganelli, Agli dèi ulteriori
  • 207. Isaiah Berlin, Impressioni personali
  • 208. Benedetto Croce, Vite di avventure, di fede e di passione
  • 209. Frederic Prokosch, Il manoscritto di Missolungi
  • 210. Alexander Lernet-Holenia, Lo stendardo
  • 211. Bhartṛhari, Sulla saggezza mondana, sull'amore e sulla rinuncia
  • 212. Vita privata del maresciallo di Richelieu, a cura di Benedetta Craveri
  • 213. Il libro del Signore di Shang, a cura di J.J.L. Duyvendak
  • 214. Georges Simenon, Hotel del Ritorno alla Natura
  • 215. Marina Cvetaeva, Deserti luoghi. Lettere 1925-1941
  • 216. Gregory Bateson e Mary Catherine Bateson, Dove gli angeli esitano

1990[modifica | modifica wikitesto]

  • 217. Sylvia Townsend Warner, Lolly Willowes o l'amoroso cacciatore
  • 218. Paul Valéry, Quaderni, IV
  • 219. Daniil Charms, Casi
  • 220. Pietro Citati, Goethe
  • 221. Oliver Sacks, Vedere voci
  • 222. Bruce Chatwin, Che ci faccio qui?
  • 223. Willa Cather, Una signora perduta
  • 224. Benedetto Croce, Storie e leggende napoletane
  • 225. Georges Simenon, Lettera al mio giudice
  • 226. Sto, I cavoli a merenda
  • 227. Gottfried Benn, Pietra, verso, flauto
  • 228. Guido Ceronetti, La pazienza dell'arrostito
  • 229. Robert Louis Stevenson, L'isola del tesoro
  • 230. Karen Blixen, Carnevale e altri racconti postumi

1991[modifica | modifica wikitesto]

  • 231. Leonardo Sciascia, Nero su nero
  • 232. Hugo von Hofmannsthal, L'ignoto che appare
  • 233. Marianne Moore, Le poesie
  • 234. Leo Perutz, Il cavaliere svedese
  • 235. Johan Turi, Vita del lappone
  • 236. Vladimir Nabokov, Il dono
  • 237. Oliver Sacks, Su una gamba sola
  • 238. Lev Šestov, Sulla bilancia di Giobbe
  • 239. Cristina Campo, La Tigre Assenza
  • 240. Georges Simenon, La neve era sporca
  • 241. Roberto Calasso, I quarantanove gradini
  • 242. Joseph Roth, Destra e sinistra
  • 243. E.M. Cioran, L'inconveniente di essere nati
  • 244. Sto, Storie di cantastorie
  • 245. I Ching. Il Libro dei Mutamenti, a cura di Richard Wilhelm

1992[modifica | modifica wikitesto]

  • 246. Flann O'Brien, Il terzo poliziotto
  • 247. Elémire Zolla, Uscite dal mondo
  • 248. Rainer Maria Rilke, I quaderni di Malte Laurids Brigge
  • 249. Groucho Marx, Le lettere
  • 250. Fozio, Biblioteca
  • 251. C.S. Lewis, Lontano dal pianeta silenzioso
  • 252. Miloš Crnjanski, Migrazioni, I
  • 253. Vladimir Nabokov, La veneziana e altri racconti
  • 254. Leo Perutz, Tempo di spettri
  • 255. Gottfried Benn, Lo smalto sul nulla
  • 256. Jonathan Spence, L'enigma di Hu
  • 257. Georges Simenon, La Marie del porto
  • 258. Benedetto Croce, I teatri di Napoli
  • 259. Vladimir Nabokov, La vera vita di Sebastian Knight
  • 260. Giorgio Manganelli, Il presepio
  • 261. Rudolf Borchardt, Il giardiniere appassionato

1993[modifica | modifica wikitesto]

  • 262. Giovanni Macchia, Il teatro delle passioni
  • 263. Alberto Savinio, Achille innamorato
  • 264. Simone Weil, Quaderni, IV
  • 265. Tommaso Landolfi, Un amore del nostro tempo
  • 266. Ingeborg Bachmann, Letteratura come utopia
  • 267. Zbigniew Herbert, Rapporto dalla Città assediata
  • 268. Flann O'Brien, Una pinta d'inchiostro irlandese
  • 269. Mark Twain, In cerca di guai
  • 270. Johannes Urzidil, Trittico praghese
  • 271. Robert Byron, La via per l'Oxiana
  • 272. Giorgio Manganelli, Nuovo commento
  • 273. Kalidasa, Il riconoscimento di Sakuntala
  • 274. Alberto Arbasino, Fratelli d'Italia
  • 275. Elias Canetti, La tortura delle mosche
  • 276. Hugo von Hofmannsthal e Richard Strauss, Epistolario
  • 277. Georges Simenon, La vedova Couderc
  • 278. Vladimir Nabokov, Lolita
  • 279. Fernando Pessoa, Poesie di Álvaro de Campos

1994[modifica | modifica wikitesto]

  • 280. Nikolaj Leskov, Il viaggiatore incantato
  • 281. Elémire Zolla, Lo stupore infantile
  • 282. Tommaso Landolfi, Ombre
  • 283. Ludvig Holberg, Il viaggio sotterraneo di Niels Klim
  • 284. W.B. Yeats, Autobiografie
  • 285. Benedetto Croce, La Poesia
  • 286. Giorgio Manganelli, Il rumore sottile della prosa
  • 287. Nina Berberova, Le feste di Billancourt
  • 288. Alexander Lernet-Holenia, L'uomo col cappello
  • 289. Paul Valéry, Sguardi sul mondo attuale
  • 290. Georges Simenon, Il borgomastro di Furnes
  • 291. Alfred Polgar, Piccole storie senza morale
  • 292. Milan Kundera, I testamenti traditi
  • 293. Ernst Jünger, Il libro dell'orologio a polvere
  • 294. Vladimir Nabokov, Intransigenze
  • 295. Giambattista Basile, Il racconto dei racconti
  • 296. C.S. Lewis, Perelandra
  • 297. Joseph Roth, I cento giorni

1995[modifica | modifica wikitesto]

  • 298. Varlam Šalamov, I racconti della Kolyma
  • 299. Sergio Quinzio, Mysterium iniquitatis
  • 300. Silvio D'Arzo, All'insegna del Buon Corsiero
  • 301. Tommaso Landolfi, Racconto d'autunno
  • 302. Serena Vitale, Il bottone di Puškin
  • 303. Palinuro, La tomba inquieta
  • 304. Flann O'Brien, L'archivio di Dalkey
  • 305. Oliver Sacks, Un antropologo su Marte
  • 306. Madame de Staal-Delaunay, Memorie
  • 307. E.M. Cioran, La caduta nel tempo
  • 308. Giorgio Manganelli, Centuria. Cento piccoli romanzi fiume
  • 309. Richard Cobb, Tour de France
  • 310. Apollodoro, Biblioteca
  • 311. Rudolf Borchardt, L'amante indegno
  • 312. Georges Simenon, La morte di Belle
  • 313. Joseph Roth, Museo delle cere
  • 314. Louis Ginzberg, Le leggende degli ebrei, I
  • 315. Mario Praz, La casa della vita

1996[modifica | modifica wikitesto]

  • 316. Evelyn Waugh, Quando viaggiare era un piacere
  • 317. La grande razzia, a cura di Melita Cataldi
  • 318. T.E. Lawrence, Lo stampo
  • 319. Adrien Baillet, Vita di Monsieur Descartes
  • 320. Alberto Arbasino, L'Anonimo lombardo
  • 321. Bruce Chatwin, Anatomia dell'irrequietezza
  • 322. Georges Simenon, Turista da banane
  • 323. Claudio Eliano, Storia varia
  • 324. Arthur Schnitzler, La piccola commedia
  • 325. Roberto Calasso, Ka
  • 326. Giorgio Manganelli, La notte
  • 327. Vladimir Nabokov, Re, donna, fante
  • 328. E.M. Cioran, Sommario di decomposizione
  • 329. Andrej Platonov, Mosca felice
  • 330. Elias Canetti, La rapidità dello spirito
  • 331. Iosif Aleksandrovič Brodskij, Poesie italiane

1997[modifica | modifica wikitesto]

  • 332. La cena segreta. Trattati e rituali catari, a cura di Francesco Zambon
  • 333. Nina Berberova, Dove non si parla d'amore e altri racconti
  • 334. Vladislav Vancura, Il cavalier bandito e la sposa del cielo
  • 335. Thomas Mann, Considerazioni di un impolitico
  • 336. Oliver Sacks, L'isola dei senza colore
  • 337. Leo Frobenius, Fiabe del Kordofan
  • 338. Georges Simenon, I fantasmi del cappellaio
  • 339. Jean Genet, Il funambolo e altri scritti
  • 340. Bert Hölldobler e Edward O. Wilson, Formiche. Storia di un'esplorazione scientifica
  • 341. Robert McAlmon,

One thought on “Collana Adelphi Simenon Bibliography

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *